Rievocazione della Festa dell'Uva

La manifestazione, così denominata in onore delle usanze, costumi e tradizioni contadine che intende rievocare, si svolge a partire dalle prime ore del pomeriggio nelle strade del paese con sfilata in costumi contadini dell'ottocento di carri dell'uva ed è allietata dalla presenza di bande musicali e gruppi folkloristici in costume.

Quest'anno, grazie alla partecipazione del paese alla trasmissione in onda su RAI2 "Mezzogiorno in Famiglia",  la manifestazione ha avuto una madrina eccezionale CARMEN RUSSO e suo marito ENZO PAOLO TURCHI come padrino, cosa volere di pi¨?

 
Apre la sfilata il carosello di cavalli con carrozze dell'800-'900, segue il corteggio storico in costumi d'epoca medioevale che raffigurano i nobili, i prelati, gli armigeni ed il popolo di quei tempi, accompagnato dal gruppo di sbandieratori e dei suonatori di tamburi e chiarine.
Segue la sfilata con carri dell'uva delle varie frazioni di Subbiano (Calbenzano, Casa la Marga, Castelnuovo, Chiaveretto, Falciano, Vogognano) e altri carri che distribuiscono uva, dolci, caldarroste, vino e vinsanto. Tutti i carri sono in concorso per vincere l'ambito premio "Carro più bello".
Vivacizza la manifestazione la presenza di simpatici e caratteristici, quanto spontanei personaggi del paese coinvolti senza distinzione di sesso, di età ed accumunati dal generale clima di scanzonata allegria alla ricerca di buon cibo, buon vino e compagnia, per godere fino in fondo gli ultimi giorni che l'estate ogni anno regala.
I variegati costumi contadini rappresentati durante la festa dell'uva, la spontanietÓ e la cordialitÓ dei personaggi che la animano ben rappresentano le origini del nostro antico borgo, terra di passaggio e porta del Casentino, popolato da gente semplice dedita all'agricoltura ed all'allevamento, ma aperta nuove culture e consuetudini.